#Fogliobianco – #Ambizione.

Ho l’ambizione.

Mi rendo conto di essere una persona che punta in alto, e questa mia caratteristica sembra che sia fastidiosa.

A volte credo che ci sia solo invidia, quando vedono una persona che si impegna tanto per i suoi obiettivi.

Credo di volermi bene e di avermene sempre voluto, quando volevo e ancora voglio il meglio per me, quando volevo stare con la persona più bella, dandomi il regalo migliore, per me.

Sembra quasi che dovessi pretendere qualche tipo di premio, ma che volete? Non sembra di vedere tanto spesso, la giusta ricompensa per quello che sono, per il bene che voglio fare e faccio alle altre persone.

Poi la gente si lamenta quando divento più schietto, alla fine ho capito che c’è nell’autostima l’immensità del cazzo che me ne frega del pensiero/giudizio altrui.

Alla fine, sono sempre così, voglio ancora le stesse cose, voglio ancora spingermi oltre i limiti, voglio ancora impegnarmi.

Mi sento come se dovessi continuare a conoscere, vedere, continuare. Nella vita non si smette mai di conoscere, di scoprire.

Non riesco mai a fermarmi, non posso.

E le persone che fanno? Restano nel loro piccolo mondo, per paura di qualcosa di più grande di loro, probabilmente.

Solo quello che riesci a gestire, no? Sia mai che ci sia qualche interferenza…

Ma a forza di restare chiusi nel cristallo, prima o poi ci sarà dell’acqua che entrerà dentro… non c’è rifugio o castello, niente.

Non ho ancora voglia di fermarmi. Del resto, penso che non è finita. Non è mai finita fino a quando non si arriva all’indifferenza più totale.

Deve essere così: altrimenti non ci sarebbero certi atteggiamenti, non si dovrebbe bloccare un po’ ovunque, pensando, illudendosi di smettere di pensare ad una cosa… non è finita.

Dovrebbe consolarmi, forse? Mentre io faccio del mio meglio per andare avanti, e lo sto facendo, ma in fondo, un’ambizione non smette di esistere.

La voglia che vada diversamente, la voglia di continuare a volere quel regalo.

L’ambizione di essere capace di fare tutto ciò che desidero, come se fossi un antico conquistatore, uno scopritore.

L’ho già detto tempo fa: non voglio essere solo un sognatore, ovvero che crea solo fantasie, ma realizzare i sogni.

Penso di essere fatto di sogni.

Ed è per questo, anche per questo, che quando penso al limite del posto in cui vivo, ovvero persone che non riescono ad andare…oltre.

E certe ce l’hanno pure scritto addosso… ”oltre”.

Io non mi scrivo niente addosso, preferisco farlo qui, preferisco che le parole, non restino sulla pelle, ma nel cuore, nella memoria.

I miei sono tatuaggi invisibili.

Sembra che dall’esterno, a volte, io sia uno che se ne fotte, ma la verità è che ho combattuto e ancora combatto la mia guerra.

Quelle guerre dove ho visto persone che volevano che io restassi rintanato e facessi quello che volevano loro, sì, a terra.

Poi mi sono rialzato, perché sono un vincente, voglio esserlo.

Sono state queste cose, temo, a darmi invece la forza di non arrendermi, di continuare a scrivere. Non ho voluto smettere, alla fine.

Io penso a ciò che sono ora, ogni giorno.

Penso a cosa mi ha cambiato, come sono diventato così, ogni giorno.

Penso alle situazioni, alle persone che hanno contribuito a questo cambiamento… avviene solo tramite grandi dolori, alla fine. Purtroppo.

Fosse per me, non vorrei mai fosse così, la regola… ma meglio affrontare le cose, che fuggirle.

Anche se qualcuno potrebbe fraintendere e dire che ci facciamo “troppe pippe”.

Fraintendimenti, però. In realtà sei solo uno che si preoccupa ed informa gli altri. Se i rispondo male, non puoi essere stato tu a farti viaggi mentali, ma chi non è grato del tuo modo di essere.

Siamo persone che analizzano tutte le circostanze e non sono superficiali, dicendo all’altra persona che si fa “pippe”, se capite cosa intendo.

Sono uno che vuol bene alla gente, ma quando fanno così, e sembrano “blissare” sui problemi, sulle cose, arrampicandosi poi sugli specchi, beh…

A volte li prenderei a pugni, ma poi passa, come tutto il resto.

Chi non ambisce non va avanti, chi non ambisce, non sarà mai nulla.

.

Se ti è piaciuto, lascia un mi piace, un commento per farmi sapere la tua, e seguimi per restare aggiornat* su #poesie, #racconti e #podcast, e Live Twich!

Un commento

  1. mi hai fatto venire in mente… Rubber… Cappello di Paglia… One Piece… che voleva acquisire il potere dell’ ambizione… diventare il Re Conquistatore…
    in ogni caso l’ ambizione è una forza misteriosa che si trova in ogni essere vivente… e ci sono persone che non riescono a svilupparla…
    complimenti per la foto… 😊🤗 è bellissima!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...