#Fogliobianco:”Tutti razionali con il Cuore degli Altri”.

Vivo un’orribile noia, indicibile voglia di novità.

Ormai sono tutti discorsi uguali, persone che parlano, che giudicano, pensando che le altre persone non hanno “imparato ad amare”, anzi, peggio: “nessuno glielo ha insegnato”.

O forse, dico, FORSE, non lo fa come vorreste voi, ma tranquilli, ormai ho imparato anche a capire che chi ama, non giudica.

Eppure, sappiamo essere tutti razionali, con il cuore degli altri, modo diverso di dire, il famoso proverbio, no? “Tutti ri…. Con il cu… degli altri”.

E sono stanco, sono stufo, non so se voglio uscire, lo faccio comunque.

È tutto però ormai così noioso, ripetitivo, sempre le stesse storie. Mah.

Ci vorrebbe un po’ di silenzio, forse la pace è lontana a da qui. È nella frenesia delle grandi città, dove, paradossalmente è più facile mantenere i legami, perché sono qualcosa da tenere in tasca e non da sventolare ai quattro venti, insomma.

Ed in questa noia che mi preoccupo,

che non trovo le energie giuste, in cui tutto sembra più insensato, perché la razionalità è statica, noiosa, ed è sempre quella spiegazione quasi forzata per ogni cosa, dato che gli umani ne hanno bisogno, no? C’è sempre bisogno di una spiegazione logica, perché abbiamo paura.

Certe cose, ho imparato, non hanno bisogno di nessuna razionalizzazione. Ci si innamora, è così e basta. Perché dover inseguire qualcosa che non si trova? Le cose restano, è l’unica verità che conosco.

La razionalizzazione è solo un cuscinetto, spesso illusorio, che ci dà la facciata dell’apatia, la protezione vacua contro i tremendi “sentimenti”.

E ci si annoia.

E quasi ho bisogno di qualcosa di drammatico, perché ho fame di storie da scrivere, da raccontare. Quasi me li cerco i guai, se solo non fossi così stanco, lo farei ancora, ma è sparito tutto.

Ora le stesse storie, mi danno noia e nausea, ed eccomi qua, ad avere forse esaurito la fonte di ispirazione, il dolore, la paranoia.

Del resto, la voglia di scrivere cala quando non vedi i risultati, quando vedi altre persone scrivere banalità assurde e fare più numeri di te.

Bah.

Sì, però ho scritto lo stesso, di nuovo.

Eccomi qui.

2 commenti

  1. Chi ama non giudica,continua a scrivere,qualcuno leggerà, il messaggio dentro la bottiglia arriva, come in questo caso,se sei uno scrittore volante,vola più in alto di noi!
    Un saluto Wu Otto.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...